• Copertina del libro  di  Serena Rossi -  Edizione Nulla Die

    Serena Rossi – Noi non siamo

    0

    In Noi non siamo l’amore fa da sfondo a immagini vivide di emozioni forti, colorate, che spetta al lettore svelare. 

    Schegge di follia e di solitudine, di speranze e angosce si susseguono in poesie brevi, spesso senza rima, che lasciano senza fiato. 

    Serena Rossi è un’artista che vive e lavora a Milano dov’è nata nel 1972 (cfr www.serenarossiartecontemporanea.it). Lasciatasi alle spalle la laurea in farmacia, dal 2002 espone le sue Opere in mostre italiane e internazionali e alcune di esse fanno parte di collezioni pubbliche e private. 

    In poesia esordisce nel 2012 con la silloge Nel divenire calmo dell’infinito (Caosfera) cui seguono nel 2016: 5 poesie (ilrobotadorabile) e Ho chiesto al mare di piangere. E nel 2017: Lamine (ilrobotadorabile) e Non ci sono solo eroi (Nulla die). 

    La sue sillogi ricevono premi e menzioni in numerosi concorsi letterari. Fra questi: Strada Facendo 2013, Merini-Bertuzzi 2017 e finalista premio Belli 2017. Nel 2018 Non ci sono solo eroi si è classificato terzo al Concorso Internazionale Corona e ha ricevuto la menzione speciale al Concorso Terra d’Agavi. 

    12,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Serena Rossi -  Edizione Nulla Die

    Serena Rossi – Non ci sono solo eroi

    0

    Le parole dell’artista disegnano liberamente storie di vita e di morte.

    Amore, noia e altre emozioni s’intrecciano per dare visioni della quotidianità al lettore. Le tinte sono accese e la vita dell’artista ne esce a denti stretti.

    Le poesie, spesso urlate e scritte in maniera immediata, tracciano musiche differenti da rock a new age.

    Tinte fluo e pastello accese o in bianco e nero alternano gli umori di una sensibilità artistica che parla di oggi  e di noi tutti.

    Anche temi più impegnati occupano queste pagine che vanno lette direttamente e assaporate con calma a più riprese.

    Serena Rossi nasce nel 1972 a Milano dove vive e lavora. Nel 1999 si laurea in farmacia e parallelamente studia arti visive. Dal 2002 espone in Italia e all’estero. Nel 2012 pubblica la prima silloge Nel divenire calmo dell’infinito ed. Caosfera e nel 2016 come ebook Ho chiesto al mare di piangere.

    12,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Serena Rossi -  Edizione Nulla Die

    Serena Rossi – Non serve la paura

    0

    Non correre

    Non ti amalgamare al gruppo.

    Esci respira ama.

    Dicono che fare all’amore

    Sconfigga il virus.

    Chi ama paga.

    Non serve la paura che ti piega.

    Non serve la notizia

    Che ti angoscia.

    Basta sapere.

    Paura mai nata.

     

     

     

    La notizia biografica sull’autrice è all’interno del volume.

    11,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Silvestro Valentini Catacchio -  Edizione Nulla Die

    Silvestro Valentini Catacchio – Sangue cattivo

    0

    Sangue Cattivo è una grande visione della Russia negli anni della caduta del regime sovietico, un romanzo denso, con diverse storie parallele che si vanno man mano a comporre, proprio come un gigantesco puzzle, dove alla fine ogni tassello troverà posto nell’affresco compiuto. Addentrarsi in Sangue Cattivo vuol dire avventurarsi su un campo minato, macchiato proprio dal sangue cattivo del titolo, dove ci si vede costretti a socchiudere porte che oggi molti vorrebbero lasciare sbarrate. Gli eventi sono indagati senza pietà attraverso personaggi finemente cesellati, ognuno dei quali si erge con il proprio tratto caratteriale. Nessuno di loro è risparmiato dalla trama e ognuno trova il suo epilogo. Lo stile ricorda i romanzi dell’800 proprio per la ricchezza dei personaggi e per lo studio meticoloso dell’ambientazione, ma anche per i frequenti estetismi che caratterizzano una narrazione che non rinuncia a numerosi momenti d’introspezione. Silvestro Valentini Catacchio vive e scrive a Bene Vagienna, ai piedi delle langhe cuneesi. Ha pubblicato TANGO NEGRO nel 2008 (Di Salvo) e WHITE nel 2012 (Alga). SANGUE CATTIVO è il suo terzo romanzo.

    20,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Silvia Guerini Rocco -  Edizione Nulla Die

    Silvia Guerini Rocco – Fenomeno Pro Ana

    0

    Che cosa c’è di desiderabile nel voler essere anoressiche? Perché tante ragazze si scambiano su internet consigli per raggiungere l’anoressia, o una magrezza estrema? E su questi siti si promuove davvero l’anoressia, o si cerca invece supporto per raggiungere una perfezione malata? Un’analisi accurata, chiara e accessibile ci permetterà di scoprire, attraverso questo libro, cosa si cela davvero dietro il fenomeno che, negli ultimi anni, attraverso il Web, sta favorendo un’inspiegabile nuova diffusione delle problematiche alimentari.

    Silvia Guerini Rocco, nata nel 1985, lavora come psicologa libero professionista nelle province di Lodi e Monza Brianza. Questo è il suo primo saggio.

    12,50 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Silvia Temponi -  Edizione Nulla Die

    Silvia Temponi – Toska

    0

    Toska sorge come esigenza di esprimere l’inconscio attraverso poesie che parlano di morte e di rinascita.

    È un libro di sbagli ed evoluzione, dei tanti errori che si possono compiere nella vita e della lunga e perenne crescita che ognuno di noi è costretto ad affrontare.

     

    “Me ne sto rannicchiata

    sul mio letto,

    in attesa che arrivi la pace

    non nel mondo,

    solo la mia”

     

     

    Silvia Temponi nasce il 12 aprile del 2003 a Napoli. Frequenta la facoltà di lettere moderne presso la Federico II di Napoli. Inizia a scrivere su piattaforme social come Wattpad e Tumblr riscuotendo un modesto successo e pubblica il suo primo libro di poesie Produco Veleno nel dicembre 2020. Per lei scrivere è prendere il tè con tutto quello che le fa male, introspezione e sensibilità sono le parole chiave della sua scrittura.

    13,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Simona Novacco -  Edizione Nulla Die

    Simona Novacco – Narciso

    0

    Stammi vicino Erato

    o musa della poesia amorosa

    or m’aiutate, con miele e latte

    a scrivere il mio canto.

     

    Simona Novacco è una poetessa italiana che risiede in Abruzzo.

    11,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Simona Stoppino -  Edizione Nulla Die

    Simona Stoppino – Prendersi in mano

    0

    Simona Stoppino, ligure, da sempre in poesia, riscopre con questa raccolta la lingua madre che anni di vita in Inghilterra, Olanda e Germania avevano relegato al colloquio con sé stessa e con la famiglia. Il ritorno alla sua terra suscita in lei l’urgenza di riappropriarsi della sua voce. Scrive in endecasillabi, un metro antico, amico del ricordo, della memoria, ma anche nuovo, prepotentemente affabulatore: un ritmo che è scoperta di sé, ora dolorosa, ora trionfante.

     

    La poesia di Simona Stoppino è scritta a corpo.

    Come suggerisce il titolo della raccolta è parola manuale: non passiva registrazione di sensazioni, ma percorso tattile sulla pelle viva, incisione profonda nella carne dell’anima.

    13,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Simone Corvasce -  Edizione Nulla Die

    Simone Corvasce – Algoritmi di scacchi e passi d’angeli

    0

    Quanti piani di lettura può avere un’opera? Fino a che punto possono convivere l’immediatezza del sentimento e l’erudizione letteraria? Questa è la sfida alla base di Algoritmi di scacchi e passi d’angeli. Dietro una scrittura piana, scorrevole e intima è celata un’intricata giungla di riferimenti letterari. Ma il fine ultimo resta il viaggio, un viaggio attraverso le angosce dell’uomo, le relazioni umane, il mondo classico, la religione, la scienza.

     

     

    La silloge è l’esordio letterario di Simone Corvasce, nato a Roma nel 1993. Dopo essersi diviso tra il Corso di laurea in Filologia Classica (Università La Sapienza) e la Scuola di Organo a canne (Conservatorio di Frosinone) ha intrapreso il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Pisa. Gli Algoritmi sono il frutto di queste due esperienze.

    13,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Sofia Ciriello -  Edizione Nulla Die

    Sofia Ciriello – Gradi di separazione

    0

    Quando si è lontani, le parole sono l’unica forma di approssimazione possibile, e non ci si avvicina mai abbastanza. Non si può farlo. Qualcosa si perde, si teme di scomparire: i sei gradi di separazione che, secondo una teoria, legano ciascuna persona a un’altra, diventano infiniti.

     

    La silloge racconta il tentativo, mai finito, di colmare la distanza.

    11,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Sonetti Scelti

    Sonetti Scelti, Félix Lope De Vega Carpio Traduzione di Virgilio Zanolla – 927

    0

    Poeta, drammaturgo e scrittore, «mostro di natura» e «fenice degl’ingegni» secondo le note definizioni di Cervantes, Félix Lope de Vega Carpio (Madrid, 1562 – ivi, 1635) è da annoverare tra i massimi ingegni della letteratura universale. Distribuiti tra i libri di poesia, le opere teatrali, vari testi a stampa e manoscritti, i quasi 1400 sonetti che ci restano di lui, dei tremila che gli sono stati attribuiti, abbracciano tutti i generi (amoroso, morale, sacro, celebrativo, funebre, burlesco, ecc.) e ne fanno uno dei più completi e appassionati interpreti di questa forma poetica d’origine italiana. Questa scelta ne propone 125, relativi ad ogni genere trattato e ordinati cronologicamente quasi a comporre una sorta di diario artistico e di vita; tradotti in rima nel rispetto più rigoroso dello schema metrico, della scansione sillabica e della lingua letteraria allora in uso.

    18,00 
    Aggiungi al carrello
  • Copertina del libro  di  Stefan Mocanu -  Edizione Nulla Die

    Stefan Mocanu – Disincanto programmato

    0

    Con queste liriche l’autore sembra collocare all’interno di una cornice onirica, personaggi e oggetti concretamente intesi, per il verso di un incessante mascheramento dei primi in presenze che rasentano l’astrazione e dei secondi in qualcosa di vitale ed estraneo al loro valore d’uso o collocazione nel repertorio del consueto. Egli denota piuttosto che connotare offre angoli di visuale eterocliti e ipnagogici, in un flusso vividissimo e icastico che risulta talvolta lene come un unguento guaritore, talvolta sanguigno e ruvido. Se la sua poetica fosse un quadro, sarebbe un quadro surrealista.

     

    Stefan Mocanu (Romania, Râmnicu Sărat , 30 gennaio 1967) compie studi nell’istituto tecnico “Stefan Cel Mare” con spiccate doti per le materie umanistiche. È poi membro della AZR (Associazione Giornalisti Rumeni) nella quale compie apprendistato al giornalismo; segretario di redazione e cofondatore della Società Culturale Doina, legata alla rivista omonima. Pubblica nel 1991 Il secolo delle allucinazioni. Trasferitosi in Italia da anni, torna alla poesia con Ossa di luce, Transeuropa. Dopo aver ottenuto pubblicazioni prestigiose in riviste letterarie, pubblica il presente volume.

    11,00 
    Aggiungi al carrello